Luci puntate su tre campi: a San Siro, al San Paolo e all’Olimpico. Giornata densa di scontri diretti per il delinearsi della classifica. Al Milan il Derby della Madonnina. Pato (doppietta) e Cassano firmano la vittoria dei rossoneri e spediscono i cugini nerazzurri a -5. Questa vittoria ha un sapore del tutto speciale perché potrebbe significare scudetto, anche se il Milan si deve guardare dal ritorno del Napoli.I nerazzurri non compiono la missione sorpasso e si allontano dalla vetta. Un bilancio davvero amaro per Leonardo e i suoi.

Partita dalle mille emozioni al San Paolo. Il Napoli batte in rimonta la Lazio grazie ad uno splendido Cavani (tripletta) e scavalca l’Inter. Ora gli azzurri sono -3 dal Milan. I biancocelesti restano quinti, a -2 dall’Udinese.

Juve corsara all’Olimpico. I bianconeri battono la Roma e si rilanciano in classifica per trovare un posto in Europa. Gli uomini di Del Neri sono a -2 proprio dai giallorossi e a -8 dall’Udinese. Altra occasione persa la Roma, che non approfitta dei ko di Lazio e Udinese.

Crolla l’Udinese. A Via del Mare (Lecce) i salentini battono i friulani e ottengono tre punti fondamentali. Il Lecce compie un passo in avanti per la salvezza. Brutto stop per gli uomini di Guidolin che non approfittano del ko della Lazio.

Derby siciliano al Catania. Gli etnei calano il poker e battono il Palermo. Ora gli uomini di Simeone sono a +3 sul Parma e la salvezza non è lontana. Esonerato Cosmi. Al suo posto richiamato Rossi (esonerato lo scorso 27/02).

Pari inutile tra Cesena e Fiorentina. Gli uomini di Ficcadenti sono terzultimi, in piena zona retrocessione. I viola sono 42 punti e non devono demordere, in fondo l’Europa è lì e provarci non costa nulla.

Colpo esterno del Cagliari a Genova. Gli isolani battono il Genoa, agganciano la Fiorentina e si portano vicino al gruppo che lotta per un posto in Europa. I rossoblù sono a 39 punti in una zona tranquilla, ma sono vietati cali di concentrazione.

Pareggio a reti bianche tra Chievo e Samp. Un punto che non scontenta nessuna delle due squadre. I gialloblù fanno un piccolo passo in avanti verso la salvezza e i blucerchiati interrompono la striscia di 4 ko consecutivi.

Il Brescia batte il Bologna e continua la sua corsa verso la salvezza. Le rondinelle sono penultime, ma solo a -1 dal Cesena e -2 dal Lecce. I felsinei restano a 40 punti e hanno un buon margine di vantaggio sulla zona retrocessione.

Sconfitta interna per il Parma contro il Bari. I gialloblù perdono e ricadono nella lotta per evitare la retrocessione. I biancorossi, quasi con un piede nella B, non regalano niente a nessuno. A fine partita esonerato Marino, l’allenatore del Parma.

Diversi errori arbitrali. Al San Paolo Banti non vede il gol fantasma di Brocchi e concede un rigore generoso, ma che ci può stare al Napoli. Biava fa sentire il corpo a Cavani, che sembra si lasci cadere. Appare eccessivo il rosso a Biava. Episodio della domenica a Lecce. Armero colpisce la palla, alzando un campanile a centrocampo. C’è Di Natale in fuorigioco, ma non partecipa all’azione. Nel tentativo di rinviare la sfera due difensori giallorossi servono l’assist all’attaccante friulano. A questo punto Di Liberatore segnala il fuorigioco dell’attaccante, ma il tocco del difensore da il via a un’altra azione. Manca un rigore al Parma: Rossi travolge Amauri.

Ylenia Marino

Annunci