In seguito alla morte di Amy Winehouse, avvenuta pochi giorni fa, si è tornato a parlare del tristemente famigerato Club dei 27 anni, meglio noto come 27 Club. Coniata negli anni ’70, è un’espressione indicante un club immaginario che riunisce tutti quegli artisti che sono stati colpiti dalla maledizione dei 27 anni, un’età in cui sono morti in circostanze tragiche e misteriose.

Pioniere di questa maledizione è stato Robert Johnson, il famoso bluesman trovato morto nel 1938. Dopo il suo ritrovamento, circolò la voce che avesse fatto un patto con il diavolo, ma la vera causa della sua morte non venne mai chiarita. L’artista, insomma, rappresenta il capostipite di questi “maledetti”.

Ma il periodo più florido di queste morti sono appunto gli anni ’70, caratterizzati dalla rinascita della musica rock e dal diffondersi di una leggenda metropolitana – il patto con il diavolo – il che fa pensare ad una sorta di macabro rituale nel succedersi delle morti.

Il primo, in ordine cronologico, è stato il fondatore dei Rolling Stones, Brian Jones, trovato annegato in piscina nel 1969.

A partire dall’anno successivo – 1970 – tocca ai nomi più celebri del 27 Club: Jimi Hendrix, morto soffocato nel proprio vomito a Londra il 18 settembre in seguito ad un cocktail di alcol e tranquillanti; Janis Joplin, amica di Hendrix e cantante dalla voce angelica, deceduta a Los Angeles il 4 ottobre per un’overdose di eroina, morfina e whisky; il ‘re lucertola’ Jim Morrison, morto a Parigi il 3 luglio del 1971 in circostanze molto misteriose. In questo caso, infatti, i medici sostennero che si trattasse di arresto cardiaco, mentre coloro che lo frequentavano e conoscevano bene affermarono che si trattasse di overdose.

Dopo un lungo periodo di pausa, la maledizione di 27 anni torna a colpire negli anni ’90. Il 5 aprile del 1994 muore infatti Kurt Cobain, il caschetto biondo più importante di sempre, che si suicida puntandosi un fucile.

Oggi, purtroppo, il club riunisce più di 30 artisti. Tra questi si ricordano: Alan Wilson, cantante della band americana Canned Heat; Mia Zapata, cantante della punk band The Gits; Pete de Freitas, batterista degli Echo & the Bunnymen; e Linda Jones, cantante soul americana.

Sebastiano Cortese

Annunci