In questa insolita estate 2011, i politici italiani stanno cominciando davvero a tremare sotto i colpi delle indiscrezioni pubblicate da Spider Truman. Si tratta di un precario della Camera dei Deputati che, sulla sua pagina di Facebook “I segreti della casta di Montecitorio”, sta denunciando i privilegi dei politici nostrani e gli sprechi del Palazzo.

In poco più di due giorni, la pagina di questo ‘spione di Montecitorio’ ha raccolto più di trecentomila adesioni. Con i suoi post, infatti, è riuscito a catalizzare la rabbia di migliaia di italiani sulla contro “la casta” e i molteplici privilegi di cui godono i nostri parlamentari. Tuttavia, sono tanti anche i dubbi e le critiche rivolte da più parti a questa fantomatica spia per l’inconsistenza e la tempistica sospetta della denuncia.

Al momento, comunque, la domanda a cui i politici tentano di rispondere è: chi è davvero Spider Truman? È partita così, nei corridoi di Montecitorio e non solo, la caccia al precario fantasma per scoprirne la vera identità. Tra le ipotesi che circolano in rete, infatti, la più probabile sembra quella secondo cui dietro Spider Truman si nascondano gli attivisti del Popolo Viola.

Immediata, ovviamente, la risposta a queste accuse da parte della Camera dei Deputati. Con una lunga nota (circa cento righe) infatti i politici italiani hanno respinto le critiche sui privilegi della casta che, secondo la ‘spia’, riguarderebbero tra gli altri gli affitti dei Palazzi Marini, le polizze assicurative, le convenzioni con la Tim e le richieste di scorte personali.

Sebastiano Cortese

Annunci