Come ogni anno a Firenze per San Giovanni si festeggia. Il santo patrono della città, la cui ricorrenza cade proprio domani, 24 Giugno, verrà festeggiato, come sempre accade, a suon di fuochi artificiali. Ma non solo i classici “fochi” accompagneranno la giornata, che vedrà iniziare i festeggiamenti sin dalla mattinata.

Proprio nelle prime ore della mattina infatti si potrà godere della prima delle novità di quest’anno; la restaurata Torre di San Niccolò, che già dalle 8 del mattino darà la possibilità di ammirare la città dall’inedito punto d’osservazione, fino alle 18 e gratuitamente. La Torre dal primo Luglio sarà poi aperta ogni giorno dalle 16 alle 20, con visite guidate al costo di 3 euro.

Si procede durante la mattinata con il tradizionale corteo che alle 8.30 dalla sede della Società di San Giovanni raggiungerà Palazzo Vecchio, con sosta presso la Loggia del Bigallo dove verrà reso omaggio al reliquario del Santo, la cui esposizione è un’altra novità di quest’anno. In Battistero si terrà la tradizionale offerta dei ceri da parte del sindaco Renzi all’arcivescovo Betori e alle 10.30 nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore sarà celebrata la Santa Messa.

Nel pomeriggio invece la faranno da padrone gli eventi sportivi, con la “Vogarno”, gara di canottaggio fra canottieri fiorentini, pisani, di S. Miniato e di Limite sull’Arno, e la finale delle 17 del calcio storico (in diretta su Toscana TV, Italia 7 e SKY al canale 597) fra gli Azzurri di Santa Croce e i Bianchi di Santo Spirito, vincitori delle semifinali del 18 e 19 Giugno. Un evento attesissimo da fiorentini e turisti, che ha già registrato il tutto esaurito colmando le tribune di Santa Croce e che vedrà Giancarlo Antognoni come magnifico Messere.

Alla fine della giornata ecco i tanti attesi “fochi”. Prima però, alle ore 21 sul Lungarno della Zecca Vecchia, il sindaco Renzi conferirà cinque Fiorini d’Oro della città di Firenze ad altrettanti illustri cittadini che, attraverso la loro notoria opera nel campo d’appartenenza hanno dato lustro alla città ed alle istituzioni: sono il professor Paolo Galluzzi direttore del Museo della Scienza, monsignor Angelo Livi priore della Basilica di San Lorenzo, lo scrittore Nedo Fiano testimone della Shoah, Liliana Benvenuti detta Angela, protagonista della Resistenza al nazifascismo e l’imprenditore Stefano Ricci, alfiere della moda fiorentina nel mondo. Alle 22 finalmente il gran finale con gli attesissimi ‘fochi di San Giovanni’ (diretta TV sempre su Toscana TV, Italia 7 e sky canale 597), che avranno un inedito prologo; 8 minuti di spettacolo pirotecnico dedicato al 150° dell’Unità d’Italia (omaggio di Firenze in occasione della ricorrenza) accompagnato dall’Inno di Mameli e dalla marcia Trionfale dell’Aida, che terranno come ogni anno fiorentini e turisti col naso all’insù, ad ammirare lo spettacolo di luci e colori. Il tutto, spiega il vicesindaco Dario Nardella è stato possibile grazie al contributo di “Firenze Parcheggi e “Publiacqua”, sponsor dei festeggiamenti.

Una giornata ricca di cultura, sport, spettacolo e tradizioni, che vedranno come sempre protagonista Firenze e le sue bellezze. Illuminate come tradizioni dai consueti “fochi”.

Luca Tanturli

Annunci