L’amore trionfa su tutto e dappertutto, persino nel bel mezzo dell’inferno di una guerriglia urbana. È successo a Vancouver, due giorni fa, durante i disordini scoppiati nella città canadese dopo la sconfitta della squadra di hockey cittadina – gli Canucks – alla finale della Stanley Cup.

Il fotografo dell’agenzia Getty, Richard Lam, ha infatti fotografato due giovani che si baciano appassionatamente distesi sull’asfalto mentre accanto a loro si consuma il finimondo. La foto – ribattezzata Vancouver Riot Kiss e paragonata ad altre immagini iconiche di baci del passato (come quella di Alfred Eisenstaedt del 1945)  – ha fatto immediatamente il giro del mondo grazie al web, trasformandosi in un vero e proprio fenomeno virale.  

E sempre grazie alla rete virtuale, i due protagonisti del bacio sono stati identificati. Si tratta di uno studente ventinovenne di origine australiana, Scott Jones, e della sua ragazza canadese, Alex Thomas, studentessa dell’Ontario University.

L’aura romantica di questa immagine è tuttavia solo una finzione. Secondo quanto affermato da alcuni testimoni e dagli stessi protagonisti, infatti, la ragazza è finita a terra travolta dalla polizia, che cercava di disperdere la folla. Si era fatta male e stava piangendo per la paura. Il fidanzato allora l’ha soccorsa, cercando di calmarla. Comunque siano andati i fatti nella realtà, sicuramente Scott ed Alex passeranno alla storia come la Giulietta e il Romeo di Vancouver.

Sebastiano Cortese

Annunci