Torna il Calcio Storico Fiorentino, ma con un nuovo regolamento. Come dice il presidente Michele Pierguidi “quello che ci apprestiamo a vivere è un torneo che finalmente si può definire tale dal 2005 e per me e l’Amministrazione Comunale è una grande soddisfazione”. Il calcio storico farà da traino anche a due eventi collaterali; la partita fra vecchie glorie a favore dell’Associazione Toscana Tumori (ATT) e quella di calcio a favore della Fondazione Stefano Borgonovo.

il Torneo San Giovanni si svolgerà nello storico campo di Piazza Santa Croce il 18-19 e 24 Giugno 2011. Le partite sono previste per le ore 17:00; primi a incontrarsi saranno Bianchi e Rossi, in memoria di Gino Abbrevi detto “Buio”, ex calciante di entrambe le squadre e dirigente, poi sarà il turno degli Azzurri contro i Verdi. I vincitori accederanno alla finale in programma per il giorno di San Giovanni, sempre alle 17:00.

Il nuovo regolamento, che molti calcianti non condividono ma rispetteranno, in quanto come dice il presidente Pierguidi “tutti i calcianti sono al corrente di quello che si può fare e quello che non si può fare. Chi non si sente di rispettare questo regolamento è meglio che non giochi” non prevede sanzioni per i “testa a testa” fatti in piedi fra due calcianti. Non potranno partecipare i condannati in via definitiva negli cinque ultimi anni per reati quali lesione, spaccio di stupefacenti, rissa e simili. Saranno sanzionati i placcaggi, sempre avvenuti durante le gare, e sarà prevista la radiazione per gli autori di gesti sleali come colpi da dietro o a calcianti a terra.

Nonostante le polemiche sul cambio di regolamento, c’è grande attenzione per la manifestazione anche da parte degli organi di informazione: il giorno 17 giugno con La Nazione sarà distribuito un inserto sul Calcio Storico Fiorentino, mentre in abbinamento al Nuovo Corriere di Firenze si potrà acquistare il dvd “Il giochino”. Inoltre sono tornate sulle colonne della Loggia dei Lanzi in piazza Signoria le bandiere dei quattro colori (come avveniva un tempo), già accoppiate per le due semifinali, e il Panathlon di Firenze, assieme alle Assicurazioni Generali, hanno indetto il Premio per il Miglior Calciante del torneo. Nell’assegnazione di tale premio influiranno anche la correttezza e l’interpretazione del miglior spirito del calcio storico. Il tutto rientra in un’operazione di credibilità e valorizzazione dei valori di questo “sport” e dei suoi interpreti.

Proprio per questo potremo assistere il 26 Giugno alla partita fra vecchie glorie del calcio storico a favore dell’ ATT, che offre cure e assistenza a domicilio ai malati nelle provincie di Firenze, Prato, Pistoia e Siena. Sulla stessa linea anche il triangolare di calcio per la Fondazione Borgonovo, l’ex calciatore viola affetto da SLA, a cui parteciperanno anche vecchie glorie della Fiorentina.

Il calcio storico dà appuntamento quindi al grande spettacolo di S.Croce, visibile solo dal vivo (almeno per ora) in quanto non ci saranno dirette TV a seguire l’evento. Secondo Pierguidi infatti queste “svendono” economicamente e non solo il calcio storico. In compenso Pierguidi mette al corrente di richieste dall’estero per il calcio storico, purtroppo non realizzabili a causa degli alti costi di trasferimento di giocatori e personale vario. Per ora dunque, godiamocelo a Firenze.

Luca Tanturli

Annunci