Luis Enrique, 41 anni, ex allenatore del Barcellona B, giunge in Italia per indossare i panni del nuovo allenatore della Roma. Luis Enrique Martínez García noto semplicemente come Luis Enrique è anche un ex calciatore del Barcellona, squadra con cui ha giocato dal 1996 al 2004 realizzando 74 reti in 207 presenze complessive. Dopo 3 stagioni meravigliose Enrique arriva alla Roma per attuare il suo progetto presentato all’A.S. Roma che ha accettato le sole richieste di rinnovo dell’intera squadra. “La Roma ha bisogno di essere rilanciata e Luis Enrique può essere l’uomo giusto”- come spiegato anche da Josè Maria Orobigt, manager dell’allenatore del Barça Pep Guardiola – “E’ maturato proprio seguendo il percorso di Pep. Anche se è giovane, si muove sul campo da veterano. Punta sulla disciplina, cura i particolari. Guardando al suo lavoro e pesando la sua personalità può essere il futuro Guardiola”.

Il nuovo slogan del tecnico spagnolo è “l’ambizione è fondamentale per i giocatori di un alto livello tecnico”.

Il suo progetto è quello di riportare la Roma ai grandi livelli, ai tempi dell’ultimo scudetto. Come?? Lavorando sul gioco di squadra e possesso palla. Della Roma, in spagnolo, parla già come uno che comanda.

Luis Enrique porta con sé un quaderno e una penna, che gli servono per annotare le nuove parole che impara in italiano. Nella sua prima conferenza stampa ha affermato «Mancano dei giocatori – ammette -. Stiamo costruendo una nuova squadra e c’è bisogno di completarla. Però la società sta lavorando per accontentarmi».

Sebastiano Cortese

Annunci