Si è svolta oggi 25 Maggio 2011 a Palazzo Vecchio la cerimonia di premiazione del percorso di approfondimento e studio inserito ne “Le Chiavi della Città”, il ciclo realizzato dall’assessorato all’educazione comprendente percorsi formativi per i ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado.

L’iniziativa è legata alla “GuardaFirenze”, storica corsa cittadina organizzata da Firenze Marathon e Atletica Firenze Marathon, in collaborazione con l’assessorato all’educazione e l’assessorato allo sport del Comune e Fratres Donatori Sangue.

Alla premiazione hanno partecipato l’assessore all’educazione, Rosa Maria Di Giorgi, il Presidente della Firenze Marathon, Giancarlo Romiti, ed il vicepresidente dell’Atletica Firenze Marathon, Luca Androsoni. Al concorso avevano aderito 11 scuole, per un totale di 420 alunni. Tre i tipi degli elaborati realizzati dagli studenti; scritti, grafici e pittorici e, per la prima volta, multimediali. Gli elaborati erano legati alla storia del Risorgimento a Firenze

A prendere la parola per prima è l’assessore Di Giorgi, che “fatti gli onori di casa”, passa a presentare il tema dell’edizione di quest’anno, l’Unità d’Italia, ispirato al libro ‘La memoria del Risorgimento nelle strade e nelle piazze di Firenze’ di Luciano Artusi. Tema in accordo col 150° Anniversario celebratosi quest’anno. L’assessore ricorda l’importanza storica del Risorgimento e il ruolo che la città di Firenze ha svolto in tale periodo, infatti il percorso di conoscenza proposto dall’assessorato era quello del cuore di Firenze, per riscoprire la memoria del Risorgimento attraverso le vie, le  piazze e i palazzi antichi della città, nonchè  la storia di quei personaggi che hanno contribuito a costruire il nostro Paese.

Le succede al microfono il Presidente Romiti, che invita i ragazzi allo sport e a mettere da parte quei “giochini” che rendono la vita dei giovani sempre più sedentaria. Sport che in questo caso serve anche come strumento di riscoperta della cultura e della storia del nostro Paese.

I primi ad essere premiati sono stati gli insegnanti che più si sono distinti nel corso degli anni nel promuovere la partecipazione all’iniziativa, ai quali va un riconoscimento “Fedeltà”. Per i ragazzi vincitori invece in palio una visita guidata per due persone al Corridoio Vasariano.

Luca Tanturli

Annunci