Campionato riaperto. Il Milan perde e Inter e Napoli ne approfittano per accorciare le distanze. Si scenderà in campo tra 15 giorni (sosta per la Nazionale) e il prossimo turno sarà un crocevia importante per il campionato. Ci sarà il Derby di Milano e 2 big match (Napoli – Lazio e Roma – Juve).

Il Palermo batte il Milan e interrompe la lunga striscia negativa di 5 ko consecutivi. Prima vittoria per Cosmi. Brutto passo falso per i rossoneri, che ottengono un punto nelle ultime 2 giornate. Ora Inter e Napoli sono troppo vicine.

Il Pazzo tiene vive le speranze scudetto dell’Inter. I nerazzurri battono il Lecce e si portano a -2 dai cugini capolisti. Ora la pressione e l’adrenalina nerazzurra sono alle stelle, ma occorre non caricare troppo l’ambiente. Il Derby potrebbe essere la partita decisiva per l’assegnazione dello scudetto. Sempre terzultimi i salentini a +2 sul Brescia.

Cavani (doppietta) porta il Napoli a -3 dal Milan. I partenopei battono il Cagliari e continuano a coltivare il sogno scudetto, soprattutto con lo scontro diretto alle porte tra le due milanesi. I rossoblù mantengono la posizione di metà classifica.

Zarate stende il Cesena e fa ripartire la Lazio, dopo lo stop del Derby. I biancocelesti battono il Cesena e restano in piena zona Europa. Gli uomini di Ficcadenti sono a +1 sul Lecce.

Del Neri e la Juve ringraziano Del Piero. I bianconeri battono il Brescia e tornano alla vittoria, dopo 4 giornate. La Juve rimane in corsa un posto in Europa e il tecnico per ora è salvo. Le rondinelle restano al penultimo posto in classifica. 

Pareggio tra Fiorentina e Roma. Un pari che serve a poco a entrambe le squadre, ma che tiene vive le speranze Champions per i giallorossi (sesti e a –6 dall’Udinese) e dell’Europa per i viola (-9 dalla Roma e -4 dalla Juve). Con la doppietta ai viola Totti raggiunge quota 201 gol in serie A.

È super Udinese. I friulani battono il Catania, restano nelle zone alte della classifica (-6 dal Milan) e sono in piena lotta per la Champions. Nonostante la sconfitta, gli etnei non perdono punti per le contemporanee sconfitte delle squadre in lotta per salvezza, ad eccezione delle vittorie di Chievo e Parma.

Altro ko per la Samp. I blucerchiati perdono per mano del Parma e restano impantanati nella zona retrocessione. Grazie a questa vittoria, i gialloblù scavalcano in classifica proprio i doriani e compiono un passo in avanti per la salvezza.

Dainelli risponde a Di Vaio. È pari tra Bologna e Genoa. Con questo punto i felsinei raggiungono quota 40, ossia quasi salvezza matematica. Buon punto esterno per i rossoblù, che sono a -1 proprio dal Bologna.

Colpaccio esterno del Chievo a Bari. I clivensi battono i biancorossi e si portano a +3 sul gruppo in lotta per non retrocedere. Sempre più B per il Bari, che giornata dopo giornata vede spegnersi le speranze di restare in serie A.

Diversi errori per le terne arbitrali, ma non decisivi. Da annullare sia il gol del Bologna e sia quello del Genoa. Di Vaio si aggiusta la palla con il braccio, mentre non c’è la punizione assegnata ai rossoblù per un presunto fallo di Britos su Floro Flores (dalla punizione nasce il gol). Non c’è il rigore dato alla Samp: il mani è di Volta. Non c’è neanche il rigore dato all’Udinese: Marchese e Sanchez non si toccano.

 

Ylenia Marino

Annunci