Per 4 sere Palazzo Giovane alias Casa della Creatività (Vicolo S. Maria Maggiore 1, a due passi dal Duomo) si trasforma in un cinema ospitando una serie di film dedicati alla giovane produzione italiana. Dall’ultimo lavoro di Ozpetek “Mine Vaganti”, al successo di Paolo Virzì “La prima cosa bella”: ce n’è per tutti i gusti!

L’iniziativa prevede che ad ogni proiezione sia presente un “ospite speciale”: registi, attori sceneggiatori che hanno preso parte al film.

L’ingresso è gratuito, per riservare il posto è necessario inviare una mail a:
europedirect@comune.fi.it

Gli studenti della New York City University possono prenotare il posto a questo indirizzo (i film sono proiettati in lingua italiana con sottotitoli in inglese):
alexa.farah@nyu.ed

I film in programma sono (la proiezione ha inizio alle ore 21):

7 febbraio – Matrimoni e altri disastri
Ospite: Nina Di Majo (regista)
Trama: Bea (Francesca Inaudi) ed Alessandro (Fabio Volo) devono sposarsi tra un mese, ma lei deve partire per un viaggio di lavoro negli Usa e dovrebbe rimandare il matrimonio, ma i genitori di Bea convincono la sorella maggiore di lei, Nanà (Margherita Buy), ad organizzare il matrimonio. Nanà non è mai stata fortunata con gli uomini. Dapprima un’adolescenza da bruttina studiosa e poi un lungo rapporto culminato con la presa dei voti da parte del partner. Ora è una cinquantenne insoddisfatta. E come se non bastasse l’insoddisfazione di una vita priva d’amore (e di sesso, come non manca di ricordargli il suo pc), adesso dovrà anche organizzare il matrimonio della sorella minore, carina e spigliata, con un uomo che già le sta poco simpatico ma che ha conquistato tutta la famiglia. I giorni che la separano dalla cerimonia saranno un’unica lunga presa di coscienza.

.

9 febbraio – La Prima Cosa Bella
Ospite: Emanuele Barresi (attore)
Trama: Bruno Michelucci (Valerio Mastrandrea) è un infelice insegnante di lettere trasferitosi a Milano. La sorella Valeria (Claudia Pandolfi) lo convince a riconciliarsi con la madre gravemente malata. Bruno affronta così Anna, madre esuberante e bellissima, moglie di un padre possessivo e scostante, croce e delizia degli uomini a cui si accompagna senza concedersi e a dispetto delle comari e della provincia. Domestica, segretaria, ragioniera, figurante senza mai successo, Anna passa attraverso i marosi della vita col sorriso e l’intenzione di essere soltanto la migliore delle mamme

.

.

.

14 febbraio – Mine Vaganti
Ospite: Ivan Cotroneo (sceneggiatore)
Trama: nella casa c’è molta attesa per il ritorno di Tommaso (Riccardo Scamarcio). La mamma Stefania (Lunetta Savino), il padre Vincenzo (Ennio Fantastichini), la zia Luciana (Elena Sofia Ricci), la nonna (Ilaria Occhini), la sorella Elena (Bianca Nappi) e l’amica d’infanzia Alba (Nicole Grimaudo), vorrebbero tutti che Tommaso affiancasse il fratello Antonio (Alessandro Preziosi) nella nuova gestione del pastificio di famiglia. Non mancano però colpi di scena ed anche per questo il soggiorno di Tommaso si protrarrà più a lungo del previsto…

.

.

.

16 febbraio – La nostra vita
Ospite: Mirco Garrone (montatore)
Trama: Claudio (Elio Germano) è un operaio edile trentenne che lavora nei cantieri della periferia romana e vive con la moglie Elena (Isabella Ragonese) e i due figli, in attesa del terzo. Rimane sconvolto dalla morte di Elena che raggiunge la donna, proprio mentre sta dando la vita al piccolo Vasco. Incapace di fronteggiare il dolore, si mette in testa di dover risarcire i figli, dandogli tutte quelle cose che, se non altro, si possono comperare. Si infila così in un affare più grosso di lui, dalle ripercussioni economiche e morali. Claudio sarà costretto a ricorrere all’ aiuto di sua sorella (Stefania Montorsi), suo fratello (Raoul Bova) e il vicino di casa (Luca Zingaretti).

Annunci