Strano, ma vero. Per una volta l’Europa non ci guarda dall’alto in basso, ma addirittura ci fa i complimenti. La cosa ancora più strana è che non si tratta di cucina (dove, è risaputo, gli italiani sono maestri), ma di tecnologie. Il sito del settimanale tedesco Der Spiegel, infatti, celebra i progetti per il wi-fi di Roma e Firenze.

Per una volta l’Italia è all’avanguardia. Il Der Spiegel  esalta il lavoro delle nostre istituzioni: se in Germania ci sono state innumerevoli proposte e  inutili tentativi per creare un sistema wireless nelle principali città, i politici di Roma e Firenze, invece,  non si sono limitati agli annunci, ma sono passati dalle parole ai fatti.

Non succede di frequente di eccellere nello sviluppo tecnologico e offrire ai propri cittadini servizi all’avanguardia. Sono caratteristiche che abbiamo sempre invidiato alla società tedesca.

Secondo gli esperti tedeschi il  progetto wi-fi ideato a Firenze è il più innovativo. Il capoluogo toscano entro la fine dell’anno si doterà di una rete wireless che permetterà ai propri cittadini di collegarsi a internet comodamente seduti in tram. Infatti il servizio coprirà tutti i 7,5 km della la linea 1 della tramvia che va da Santa Maria Novella a Scandicci e sarà l’area l’area wi-fi più estesa d’Europa. Naturalmente anche chi abita vicino ai binari della tramvia avrà libero accesso alla rete.

Non è tutto rose è fiori. Il progetto wi-fi di Firenze ha un grande limite, quello del tempo: ogni utente infatti si potrà collegare alla rete senza fili progettata dal Comune per massimo un’ora al giorno

Annunci