Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche raggiunsero il campo di concentramento di Auschwitz e dal 2000 l’Italia ricorda quella data come “Giornata della Memoria”, per non dimenticare le vittime della Shoa. In un recente viaggio in Europa, l’artista australia Jane Korman ha filmato tre generazioni di ebrei (un sopravvissuto con sua figlia e i nipoti) che ballano sulle note della canzone di Gloria Gaynor “I will survive” (video).

Ballano, e proprio nei luoghi dove si sono consumati gli eccidi più odiosi. Un inno alla vita che continua, deve continuare… senza mai dimenticare.

Alla fine del video, la voce che si sente è quella di Adolek Kohn, il nonno che è sopravvissuto ad Auschwitz: “se qualcuno, allora, mi avesse detto: ‘un giorno, più o meno tra 63 anni, tornerai qui con i tuoi nipoti’
gli avrei risposto: ‘ma cosa dici!?’. Oggi invece sono qui… ed è un momento storico straordinario
”.

Annunci