La diciannovenne Ann Ward vince il reality “America’s next top model” ed è subito polemica: talmente magra, aveva dimostrato uno dei giudici del talent, che cingendole la vita con mani è possibile toccarsi le dita .

Alla faccia delle campagne contro l’anoressia, questa volta non solo la magrezza sale in passerella, ma vince il reality. Ann Ward, 1,88 metri d’altezza per 45 chilogrammi di peso, si è aggiudicata la 15esima edizione dello show destinato a trovare le nuove stelle della moda.  Secondo i medici, per una donna della sua altezza, il peso ideale dovrebbe essere attorno ai 60 chili, ovvero 15 chilogrammi in più dell’attuale peso di Ann Ward.

Gli attacchi allo show arrivano dalla stampa, dal Web e dallo stesso pubblico, che già dal provino della ragazza aveva segnalato questa scelta come diseducativa e inopportuna.

Diverse associazioni dei genitori e rappresentanti del movimento contro l’anoressia stanno facendo ferro e fuoco, infatti il problema è alla base stessa del programma, dal messaggio assolutamente improponibile. Lo stesso trailer è stato subito sospeso grazie alle proteste dei telespettatori, allibiti nel vedere uno dei giudici che cingeva entusiasta la vita della Ward affermando: “ha il girovita più piccolo del mondo”

Intanto, la giovane e magrissima Ann, si è portata a casa non solo tante critiche, ma anche copertina e servizio fotografico su Vogue Italia, un anno nell’agenzia IMG Models ed un contratto di 100mila dollari. Per la serie: “la magrezza paga”.

La premiazione di Ann Ward

Annunci