L’occasione per sperimentare nuove facce (Ledesma, Balzaretti e Diamanti), l’occasione per dimostrare di essere all’altezza della nazionale (Balotelli, Aquilani e Rossi) e l’occasione per provare nuove soluzioni di gioco in vista dei prossimi impegni per le qualificazioni a Euro 2012. A questo serviva l’ultima amichevole del 2010 contro la Romania a Klagenfurt (in Austria). Il risultato? Italia non pervenuta. Una prova brutta e incolore. Nel primo tempo gli azzurri non convincono: i nuovi fanno fatica a trovare l’intesa e a entrare negli schemi di gioco. Manovra troppo prevedibile e poca profondità per gli undici di Prandelli, che vengono messi in seria difficoltà dalle giocate veloci e rapide dei romeni. Gli azzurri subiscono il gol di Marica, che brucia sul tempo tutta la difesa. Il CT sostituisce nell’intervallo quasi tutte le facce nuove per quelle vecchie e si vede un’altra Italia: più idee, più voglia e più forza. Gli azzurri ci provano in tutti i modi e alla fine arriva il pareggio. Ancora protagonista Marica, che devia nella propria porta il colpo di testa di Quagliarella (su calcio d’angolo).”Abbiamo trovato una squadra molto aggressiva nel primo tempo, poi nella ripresa abbiamo avuto la possibilità di lavorare meglio nei disimpegni. La nostra squadra ha messo in campo un carattere fantastico, una volta ottenuto il pareggio fino alla fine abbiamo cercato la vittoria” commenta Prandelli a fine gara.

Da questa serata emerge solo lo spiacevole episodio legato a un centinaio di supporter romeni, sostenuti da alcuni tifosi italiani (se così si posso definire) che hanno rivolto “buuu” e cori razzisti all’attaccante azzurro Balotelli e hanno intonato slogan del tipo “Non ci sono negri italiani” e “Nell’Italia solo italiani”. Pronta la risposta dal settore occupato dai tifosi italiani con cori come “Italia, Italia”. Esposto dal gruppo Ultrà Italia durante il secondo tempo un lungo striscione con scritto “No alla nazionale multietnica”, quindi no ai calciatori di colore e agli oriundi (i vari Ledesma e Amauri).

Il CT sui “buuu” razzisti verso Balotelli dice: “I fischi? Provo delusione e rabbia facciamo tanti discorsi e poi succedono queste cose. Ma il ragazzo deve sapere che ha l’affetto e la considerazione di tutti. Vorrei vedere qualche gesto in più verso di lui, magari degli abbracci da qualcuno.”

Ylenia Marino

Annunci