Derby della “Madonnina” al Milan nel segno dell’ex Ibrahimovic (autore del gol). I rossoneri giocano una grande partita: grinta e cuore. I nerazzurri sono apparsi irriconoscibili: stanchi, confusi e senza idee. Questa squadra è una brutta copia di quella dello scorso anno..

Sfida nella sfida tra Juve e Roma: gli occhi sono puntati su Aquilani (ex giocatore della Roma) e Ranieri (ex allenatore della Juve). Partita equilibrata: i giallorossi sono superiori sul predominio territoriale, ma i bianconeri sono rapidi nelle ripartenze. Iaquinta e Totti inchiodano il risultato sull’1 – 1.

La Fiorentina si impone di misura sul Cesena. Ottima prova dei viola che sono riusciti a dettare il ritmo della gara e a costruire parecchie azioni da gol. Vittoria di carattere contro una squadra che ha pensato a difendersi.

Torna al successo la Lazio contro il Napoli. I biancocelesti giocano una buona gara: vincono e convincono dopo le pessime prestazione delle giornate precedenti. Gli azzurri sono sembrati stanchi, forse a causa dei troppi impegni.

Noiosa, senza fantasia e priva di idee: a questa Samp manca troppo Cassano. Senza il suo talento la squadra di Di Carlo non riesce a esprimersi. I blucerchiati non vanno oltre lo 0 -0 contro il Chievo (un buon punto per i clivensi) A fine partita c’è contestazione contro il presidente Garrone.

Derby siciliano al Palermo. “El Flaco” (Pastore) fa impazzire il Barbera di Palermo segnando una tripletta (gol di testa, di destro e di sinistro) contro il Catania. Partita spettacolare tra due squadre che si sfidano a viso aperto e senza timore.

Un Totò Di Natale scatenato (tripletta) guida la goleada dell’Udinese contro il Lecce. Non c’è storia per la squadra di De Canio che gioca male e per di più sbaglia un rigore nel finale.

Colpaccio del Parma a Bari. I gialloblù vincono contro un Bari sempre più in crisi e nervoso (sbaglia un rigore e resta in 9 per doppia espulsione).

Di Vaio stende il Brescia e regala tre punti fondamentali al Bologna. I felsinei non giocano benissimo, ma vincono grazie a sacrificio e volontà. Seconda vittoria consecutiva per il neo tecnico del Genoa Ballardini. I rossoblù vincono contro il Cagliari. Gli isolani giocano bene, ma sprecano troppo sottoporta.

Non convince Rizzoli in Juve – Roma. Giusto il rigore assegnato ai giallorossi per fallo di mano di Pepe (segnalato dall’assistente su esitazione dell’arbitro), ma ne manca un prima (fallo di Chiellini su Mexes). Si nota la poca uniformità di giudizio nel valutare le situazioni da entrambe le parti.

Sbaglia diverse cose anche Tagliavento nel derby di Milano, ma è giusta la decisione di dare il rigore al Milan per fallo di Materazzi su Ibrahimovic.

Mazzoleni in Udinese – Lecce combina un disastro: mancano due rigori per i pugliesi (mano di Armero su rovesciata di Di Michele e fallo di Benatia su Jeda) ed è da annullare il quarto gol dell’Udinese per fuorigioco netto di Floro Flores.

In Bari – Parma Brighi avrebbe dovuto far ripetere il rigore, in quanto quando il barese Parisi deve ancora battere il parmense Paci si trova vicino al dischetto.

Ylenia Marino

Annunci