Chi di voi non ha pianto almeno una volta da adolescente sulle note struggenti di “Imbranato” o di “Sere Nere”, immedesimando la propria storia in quella di questo ragazzo innamorato e lasciato, tradito, non ricambiato? 

Sicuramente chi ha avuto la giovinezza condita dalle canzoni d’amore di Tiziano Ferro non può non essere rimasto sorpreso dal coming out che il cantante ha fatto al mondo con la sua autobiografia “Trent’anni e una chiacchierata con papà”, e al settimanale “Vanity Fair”. “Voglio innamorarmi di un uomo”. E’ così che Tiziano esordisce, spiegando di aver vissuto per tutti questi anni totalmente sopraffatto dal lavoro, incapace di cercare il vero amore, intrappolato in una convenzione che, per paura, non aveva il coraggio di rompere.

Già più volte si era vociferato sui suoi orientamenti sessuali, da bisessuale a omosessuale, ma il cantante (Che non era mai stato visto con una ragazza ad eccezione di quella storica da 16 a 20 anni) non confermava né  negava. Dopo una giovinezza difficile, in cui Tiziano aveva avuto molti problemi dati dal suo peso- 111 chili, anche il titolo di uno dei suoi album di maggior successo,- aveva iniziato a cantare l’amore incondizionato e strappalacrime, meritandosi anche l’etichetta di “cantante che non ride mai”, e diverse imitazioni, tra cui quella di “Mai dire Martedì”.

Adesso finalmente rivela totalmente se stesso, affermando di aver perso 10 anni cercando di essere quello che non è,  ed essendo pronto ad innamorarsi davvero per raggiungere quell’amore che tanto decanta. “E’ paradossale che io, che credo nell’amore in modo così forte, non lo stia provando in questo momento”. Tiziano ha ricevuto molti ringraziamenti da parte del panorama omosessuale (compresa l’associazione genitori omosessuali), per il fatto che con il suo libro e le sue dichiarazioni potrà aiutare molti ragazzi nelle sue condizioni che hanno difficoltà ad ammettere la propria omosessualità e vivono nell’angoscia.

E, dopo una sorpresa iniziale, non possiamo che ammettere che la bravura di questo ragazzo sta proprio nella celebrazione dell’essenza dell’amore, libero dalle convenzioni sociali ed adattabile alla storia di ciascuno di noi. L’amore vero, come realmente dovrebbe essere.


Annunci