Dal 1991 nel Sanders Theatre dell’Università di Harvard vengono premiate le ricerche scientifiche più strane, inutili, fantasiose e buffe. Una vera e propria parodia alla serietà e rigore del Premio Nobel. A gestire le premiazioni è “Improbable Research”, un’equipe di scienziati che non accetta la rigida distinzione fra ricerche utili e meno utili. Assegnano premi a scienziati che hanno condotto ricerche che oggi possono sembrare strane e improbabili ma che un giorno potranno risultare delle genialate.  Qualche ricerca premiata?

Nel 2005 nella sezione “Biologia” sono stati premiati alcuni scienziati svizzeri e giapponesi che hanno annusato 131 specie di rane e controllato se il loro odore cambiava in condizioni di stress, nello stesso anno per la disciplina “Dinamica dei fluidi” ha spiccato una ricerca che ha studiato il modo in cui i pinguini defecano, pur continuando a covare le uova. Premi per la pace? Uno studio delle cellule nervose delle cavallette mentre guardavano Star  Wars e la costruzione di un’arma chimica, la “bomba gay”, capace di sviluppare un’irresistibile attrazione sessuale tra i soldati nemici. Alcune danno spiegazione di oscuri e quotidiani fenomeni: si è calcolato il numero di scatti necessari per evitare che in una fotografia di gruppo qualcuno abbia gli occhi chiusi o si è  inventato una sveglia che corre via e si nasconde ripetutamente, assicurando così che le persone si alzino effettivamente dal letto, teoricamente aumentando le ore produttive di lavoro. L’elenco potrebbe a lungo continuare dato che ogni anno vengono premiate più di dieci discipline. Non mancano neanche gli scienziati di casa nostra tra i vincitori: nel 2008 Università di Trento,  insieme a quella di Oxford ha dimostrato che il sapore di una patatina è percepito diversamente se associato al suono, riprodotto elettronicamente, dello sgranocchiamento di una patatina fresca. Bella scoperta! Perchè no, domani potrebbe essere maledettamente indispensabile.

Annunci