Moltissimi studiano per diventare giornalisti. Tanti sperano di scrivere per testate di carta stampata. Pochi conoscono il lavoro di redazione che fa sì che un quotidiano si trovi di buon mattino esposto in edicola. Per capire fino in fondo quello che si cela dietro gli articoli “Unicittà” ha permesso a giovani studenti aspiranti giornalisti di assistere per un giorno alla vita redazionale. “Unicittà” è un progetto ampio, che prevede anche un giornale mensile, il cui obiettivo è la creazione di un dialogo fra l’Università e la città di Firenze.

Lunedì 7 Giugno è stata la redazione fiorentina di “la Repubblica” a svelarsi al mondo universitario, mentre il 10 e l’11 toccherà rispettivamente al “Corriere Fiorentino” e al “Giornale della Toscana”.

Un piccolo gesto, quello di “Unicittà” che cerca di accorciare almeno simbolicamente l’enorme gap che divide la teorica formazione universitaria e la pratica lavorativa. Così armati di telecamera per immortalare i momenti salienti, gli studenti hanno potuto seguire lo sviluppo di una notizia: la sua nascita embrionale durante la riunione del mattino, la crescita durante il pomeriggio e la possibilità di essere pubblicazione nella versione definitiva o cestinata e rimpiazzata da una notizia dell’ultimo minuto.  Tanto si impara facendo, ma sopratutto osservando. Vedere, infatti, il direttore che  sceglie la priorità da dare ad ogni notizia, il lavoro dei redattori che rientrano dopo conferenze stampa o i “giri” in questura per scrivere il pezzo,  è sicuramente fondamentale per comprendere gli ingranaggi che muovono l’enorme lavoro di un quotidiano.

Varcando la soglia di una redazione si apre un mondo sconosciuto a tantissimi studenti che dopo anni di studi teorici si ritrovano spiazzati d’avanti a un lavoro pragmatico. Questa piccola esperienza che, per motivi logistici, ha coinvolto un esiguo numero si studenti, cinque per ogni redazione visitata, è un primo passo per la costruzione di un rapporto sinergico fra il mondo universitario e quello cittadino, inteso in questo caso come il mondo del lavoro.

Le riprese delle visite saranno montate e proiettate insieme ad altri materiali durante una serata, presumibilmente ad inizio Luglio, alla Biblioteca delle Oblate che inaugurerà l’uscita del primo numero del mensile “Unicittà”.

Annunci