Alzi la mano chi di voi non ha mai assaggiato un gelato! Che sia in cono, coppetta, stecco o biscotto, studi recenti hanno dimostrato che ben il 95% degli Italiani lo ama, e tre individui su quattro dichiarano di consumare solo gelato artigianale. Collegandosi a questo enorme successo, è proprio il gelato il protagonista del “Firenze Gelato Festival” un evento dislocato nelle più importanti piazze del centro della città, che comprende degustazioni, mostre, conferenze, workshop e spettacoli, e che si svolge dal 28 al 31 Maggio.

Si narra infatti che l’inventore del gelato sia stato proprio un fiorentino, il cuoco Ruggeri, il quale vinse una competizione indetta dai Medici in cui era necessario proporre un “piatto originale”, presentando proprio una sorta di antenato del nostro gelato. Ruggeri poi si trasferì con Caterina De Medici a Marsiglia, dove conquistò tutta la Francia con la sua nuova ricetta. Le prime Gelaterie furono aperte a Parigi intorno al 1680, ma dobbiamo aspettare il 1928 perché finalmente in gelato ritorni dove aveva avuto origine, cioè in Italia.

Il Gelato Festival nasce proprio per celebrare i migliori “artigiani del gelato”, i cui talenti sono esaltati dal marchio “vero gelato artigianale”, creato dalla federazione alimentazione della Confartigianato di Firenze, la quale pone dieci regole fondamentali per la produzione del gelato artigianale. Così, consumando gelato contrassegnato da questo marchio, saremo sicuri di avere a che fare con alimenti composti da materie prime sane e prive di Ogm.

Il festival si è aperto con una conferenza introduttiva a Palazzo Vecchio, “Il mondo del gelato e Perché un Gelato festival”, e continuerà con vari incontri e assaggi in Piazza Ss Annunziata, Piazza S. Giovanni, Piazza Strozzi, Piazza Della Repubblica, Palagio di Parte Guelfa e Palazzo Medici Riccardi. L’ingresso è totalmente gratuito, ad eccezione delle cene (su prenotazione), e ad eccezione delle “assaggio-card”, carte a pagamento con cui avere ulteriori assaggi nelle gelaterie convenzionate, che possono essere sostituite da un biglietto dell’ATAF convalidato nel giorno stesso dell’evento.

Gelato sì, ma anche tanta attenzione per l’ambiente. Infatti in piazza Strozzi i volontari del WWF permetteranno, calcolando l’impatto ambientale di ogni partecipante, di abbatterlo piantando un albero. E chi ama le innovazioni e i gusti particolari, non potrà lasciarsi scappare la degustazione del “gelato all’olio di Oliva”, in piazza Ss Annunziata dalle 10 alle 15 il 28, il 29 e il 31. Infine sarà possibile inviare le proprie foto con come soggetto ovviamente il gelato, per partecipare a un concorso che premia la creatività. Ulteriori informazioni sul sito ufficiale: http://www.firenzegelatofestival.it/site/home.asp. Un attentato alla prova costume, ma anche un’occasione di divertimento e curiosità a cui non mancare assolutamente.

Martina Nesti

Annunci