Rafa Nadal conquista la quinta finale del Master 1000 di Roma.
Un match difficile, il maiorchino batte Ernests Gulbis 6-4, 3-6, 6-4, in 2 ore 47 minuti.

.

.

La partita che non ti aspetti. Rafa Nadal raggiunge David Ferrer in finale, ma non senza difficoltà. Ernests Gulbis, infatti, si è dimostrato all’altezza del campione spagnolo. Gli scommettitori consideravano la partita come un semplice allenamento per Nadal, invece il maiorchino ha rischiato di perdere.

Sta nascendo una nuova stella del tennis? Molto probabilmente sì. Gulbis, infatti ha dimostrato di aver battuto Federer non per un caso fortuito, ma per le sue grandi doti, che sono emerse anche nel corso della semifinale. La grande empatia con la palla, la capacità di lasciare il braccio libero e tirare a tutto campo, ma anche la delicatezza di smorzare e sorprendere l’avversario sottorete: sono queste le caratteristiche del giovane lettone che devono mettere sull’attenti i grandi del tennis perché un nuovo rivale sta arrivando.

Dopo aver vinto il primo set 6-4, Rafa Nadal si è trovato spaesato e non è riuscito a rispondere agli attacchi del giovane lettone che così ha vinto il secondo set 3-6.

Applausi da tutti gli spalti per lo splendido terzo set giocato sul centrale del Foro Italico. I due tennisti hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo, un piacere per gli amanti dello sport. Bel gioco, grinta e voglia di vincere. Alla fine ha avuto meglio la lucidità mentale e l’esperienza di Rafa Nadal. Il maiorchino sembrava quasi incredulo al momento della vittoria, quasi non ci credeva neanche lui di essere riuscito a portare a termine una partita così difficile.

Domenica sul campo centrale, Rafa Nadal giocherà la sua quinta finale dell’Open d’Italia. Sulla strada ci sarà il connazionale Davic Ferrer.

Annunci